Festival della Comunicazione 2020, la settima edizione

La Grande Caccia al Tesoro di Milano
24 settembre 2020
 

La settima edizione del Festival della Comunicazione si è conclusa domenica 13 settembre con un successo di pubblico oltre le aspettative e una partecipazione entusiasta, in tutta sicurezza dal vivo e con l'atmosfera di sempre, all'insegna del fil rouge "SOCIALITA'".

All’apertura di giovedì pomeriggio Gianrico Carofiglio e Aldo Cazzullo ci hanno regalato delle vie di fuga per questi tempi difficili, per dare senso al nostro essere umani: dalla pratica della gentilezza, come atto di coraggio e capacità di sfuggire alla prepotenza delle verità convenzionali, a Dante, “inventore dell’Italia”, che ci chiama a quel senso di identità e di orgoglio che emerge proprio nei momenti critici, guardando avanti e lontano.

 
 

A seguire, 114 ospiti e 80 eventi, dalle colazioni agli aperitivi, dalle dissacranti rassegne stampa al Book Jukebox, dai laboratori agli spettacoli serali tra musica e teatro, dal Mondo Podcast ai duetti comici, tutti dal vivo e ritrasmessi nelle altre piazze di Camogli e sul sito www.festivalcomunicazione.it, sempre nel segno del padrino del Festival Umberto Eco, hanno animano le quattro giornate, ricche di spunti, suggestioni, confronti, chiacchiere e risate.

Il momento clue del Festival: la consegna del Premio Comunicazione a Rosario Fiorello

che sul palco ha divertito il pubblico con molti simpatici aneddoti: dall’improvvisata cena con Mike Buongiorno con smoking e pasta al pomodoro alla “filosofia della lattuga” appresa tra i banchi del mercato quando era adolescente in Sicilia. A consegnare il premio di quest’anno, la vignetta della graphic novelist Cinzia Leone, a sorpresa due valletti d’eccezione Enrico Bertolino e Pierluigi Pardo, insieme ai direttori del Festival della Comunicazione Danco Singer e Rosangela Bonsignorio, e al Sindaco di Camogli Francesco Olivari. .

Il Festival guarda al futuro verso la nuova edizione, l’ottava. L’appuntamento è dal 9 al 12 settembre 2021, quando il Festival della Comunicazione tornerà a Camogli per affrontare un nuovo decisivo tema della comunicazione di ieri, oggi e soprattutto domani: la CONOSCENZA, quell’irresistibile aspirazione umana che ci spinge oltre il nostro comune sentire, a superare orizzonti, a disegnare prospettive nuove. Conoscenza di noi, dell’altro e del mondo dentro e fuori di noi, attraverso le vie più diverse e inaspettate, dalla scienza alla spiritualità, dal recupero della memoria storica all’immaginazione. Ma anche quelle forme distorte di conoscenza e pseudoscienza da cui guardarci, tra quello che sappiamo, e che crediamo di sapere. Un percorso mai solitario, che parte proprio da quella socialità che in questa edizione abbiamo esplorato in tutte le sue forme. .

Vai al sito ufficiale